cloud
cloud
cloud
cloud
cloud
cloud
top image

Momenti di Routines


Il percorso di reciproca conoscenza che i bambini e le educatrici intraprendono durante l’ambientamento,è scandito dal progressivo avvicinamento che avviene attraverso i gesti di cura,ovvero le routine.

Le routines si ripetono più volte nell’arco della giornata,,la loro valenza educativa è determinata dalla ritualità che permette al bambino di imparare e interiorizzare i riti e i gesti che caratterizzano la giornata al nido.

 alt

Il Sonno

Il sonno è un bisogno primario caratterizzato da un processo nervoso attivo, scandito da ritmi biologici indispensabili per il buon mantenimento dello stato psicofisico del bambino, sin dalla più tenera età.

Con questa premessa, appare chiara l’importanza del sonno per il neonato e il bambino anche nel contesto nido.

Con il cielo pieno di stelline fluorescenti, accoglienti culle e lettini in legno, i bambini ritrovano nella nostra sala nanna un ambiente sicuro e tranquillo che conoscono, dove diventa semplice rilassarsi per recuperare le energie.

Anche in questo momento viene riconosciuta e rispettata l’individualità di ogni singolo bambino; alcuni portano con se’ nel proprio lettino il loro oggetto transizionale, altri desiderano dolci e tenere coccole “supplementari”, e per altri l’intramontabile ninna nanna.


Il Cambio

Il cambio è una tappa educativa molto importante nello sviluppo del bambino, è un momento privilegiato di relazione, arricchito da una forma particolare di linguaggio “ il linguaggio della pelle”.

Fin da piccolissimi il contatto diretto, le carezze, lo scambio verbale che accompagnando il cambio sono gli strumenti che permettono al bambino di aumentare la consapevolezza del suo corpo e dei suoi confini, fino a raggiungere una piena coscienza di sé e delle sue innumerevoli possibilità.

Il grande colorato e morbido fasciatoio è il fulcro del bagno dei piccoli e mezzani dove si svolgono il cambio e i gesti quotidiani di cura legati all’igiene personale.

Oltre al fasciatoio, nel bagno dei grandi, i piccoli water agevolano il bambino nel controllo sfinterico mentre i bassi lavandini con la fotocellula permettono al bambino di lavarsi le manine in autonomia.

Sempre alla loro altezza sono allineati i personali e colorati asciugamani che i bambini imparano a riconoscere e ad utilizzare da soli, sempre con la supervisione dell’educatrice.

Al nido la routines del cambio ha finalità precise,il bambino può liberamente sperimentare il piacere di “fare da sé” provvedendo nel suo piccolo alla propria igiene personale: lavarsi le mani, fare la pipì, usare il vasino e poi il water; tutto ciò diventa un gioco bellissimo, che insegna tante buone abitudini che il piccolo farà proprie per la vita.

 alt